Sfondo caruccio

martedì 19 marzo 2013

Sharāzād e la luna d'argento

Ogni notte, sotto un cielo blu notte punteggiato di stelle luccicanti e tremolanti, la giovane Sharāzād schiude le porte della fantasia e della leggenda con i suoi racconti senza tempo. 
Figlia maggiore del Gran Visir, infatti la giovane fanciulla aveva deciso di offrirsi volontariamente come sposa al re persiano Shāhrīyār, che, essendo stato tradito da una delle sue mogli, uccideva sistematicamente le sue spose al termine della prima notte di nozze. 
Sharāzād però aveva escogitato un piano per placare l'ira dell'uomo contro il genere femminile: raccontare al re una storia, rimandando il finale al giorno dopo e al giorno dopo ancora e andando avanti così per mille e una notte, ogni sera protetta dalla luce misteriosa di una lucente luna d'argento che vigilava sulle notti magiche della giovane fanciulla.

Nasce così Sharāzād e la luna d'argento, una collana composta da 30 fili di cotone blu scuro come la notte e impreziosito da pietre luccicanti che ricordano la luce tremolante delle stelle e della luna.