Sfondo caruccio

lunedì 22 ottobre 2012

La sposa del Clan MacLaren

Il nome del clan MacLean deriva dal gaelico "MacGille Eoin" o "figlio del servitore di San Giovanni" e la zona di appartenenza era Morven, sull'isola di Mull.
Il clan rivendica la sua discendenza dal Gilleathan Na Tuaidh, la casa reale di Lorn, da Lachlan Lubanach, figlio di Iain MacLean Dhu di Mull, e un diretto discendente di Gillean.



Macleans di Duart s'imparentò con la famiglia del primo signore delle isole, al fine di ottenere potere e prestigio, ma non tutti i suoi uomini furono a favore di questa unione. 
Il loro risentimento si manifestò al matrimonio di Lachlan MacLean con la figlia del Conte di Argyll nel XVI secolo. 

A seguito della scelta impopolare, Lachlan prese misure drastiche e abbandonò la sposa su una roccia al largo sperando di farla annegare ma la fanciulla venne salvata da pescatori di passaggio e i suoi parenti perpetrarono la loro vendetta uccidendo a coltellate il marito traditore.




In queste storie di orrori e di massacri, di assassini e di traditori, spicca la figura di questa sposa rinnegata cui dedico una collana che ricorda doveri e ruoli nella società scozzese.
Infatti la fascia che costituisce una parte della collana diventa una forma di moderna sash, ovvero una striscia di tartan del proprio clan che veniva drappeggiata dalle donne sul busto e che in base al modo di posizionarla rivelava alla società il proprio ruolo all'interno della comunità.

Alle estremità della sash si agganciano 10 fili di cotone rosso, cui sono incastonati cristalli, perle in vetro e legno, pietre, bottoni e una piccola teiera di ottone.
Al posto del tradizionale spillone che agganciava la sash, un grande bottone in legno e madreperla.


La suggestione del giorno...

Nessun commento:

Posta un commento